Mai arrendersi… fino alla fine.

SENTIRSI RIFIUTATI

Permettetemi di condividere con voi la storia di Mikki,
studentessa delle superiori. A scuola faceva parte di un gruppo di 7
ragazze. Man mano che trascorrevano del tempo  insieme, ciascuna
prendeva consapevolezza degli aspetti forti e di quelli deboli delle
amiche. Iniziarono così a sparlare di chi non era presente. Mikki non
prendeva parte ai pettegolezzi; anzi cercava di convincere le sue
compagne a porvi fine. Ma questa sua decisione portò le altre ragazze a
denigrare anche lei. In classe cominciarono a guardarla male. Le
facevano pervenire dei biglietti sgradevoli. E se per caso la
sfioravano, si mettevano ad urlare come in preda al panico e scappavano
via. Ogni giorno era un’agonia. A ogni ingiustizia, Mikki sentiva il
suo dilaniato. Durante gli intervallli tra le lezioni, la ragazza si
nascondeva nel bagno della scuola per evitare altre umiliazioni. Poichè
non aveva nessuno di cui fidarsi, alla fine Mikki, parlò con sua madre
dei disagi che viveva a scuola. La donna la incoraggiò a utilizzare
quel periodo difficile per sviluppare se stessa. Man mano che passavano
i giorni, Mikki notò che si sentiva sempre più forte e felice. E
sebbene a scuola subisse ancora quelle angherie, ne era toccata sempre
meno. Considerava la sua sofferenza come il carburante, come la
motivazione perfetta per diventare interiormente solida e felice.
Mikki oggi sente di essere grata alle sue compagne perchè sono
state l’occasione per diventare una persona solida e indipendente.
Per quanto possa sembrare difficile, se siete ignorati,
rifiutati o presi in giro, cercate di non preoccuparvi troppo: chi
tratta male gli altri mette cause negative di cui purtroppo, riceverà
gli effetti; per tali persone si deve provare compassione. Lungo il
cammino del rifiuto e della delusione è importante credere in voi
stessi qualsiasi cosa facciano o dicono gli altri.
DAISAKU IKEDA (tratto da "In cammino con i giovani")

2 Risposte

  1. Unknown

    storia mlt commovente…e bella…
    il blog è carino ma ti consiglio di cambiare il colore dei moduli xk la scritta rossa nn s legge bene…
    Ciao Belloooooooo!!!! 🙂

    20 ottobre 2008 alle 16:04

  2. John Doom

    O.o o.o o.O In che senso nn si legge? Pensi che vada meglio il giallo?

    21 ottobre 2008 alle 11:05

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...